Le cause dell’ipovisione

Gruppi diversi in base ai disturbi

La causa dell’ipovisione è spesso da considerarsi congenita oppure può essere legata a patologie importanti a carico dell' occhio. Se l'ipovisione nei giovani  e giovanissimi è legata a una condizione congenita, per gli adulti, le patologie oculari sono la prima causa di un abbassamento della vista. 


I pazienti ipovedenti possono appartenere a seconda dei sintomi della loro minorazione visiva a quattro gruppi: persone con scotomi centrali (per esempio degenerazione maculare senile); persone con gravi difficoltà nel controllo del movimento degli occhi (per esempio nistagmo); persone con visione periferica limitata, ma con visione centrale parzialmente conservata (per esempio glaucoma): persone con ambliopia secondaria a difetti rifrattivi e retinopatia diabetica.
Le patologie più frequenti che possono essere la causa dell’ipovisione sono la degenerazione maculare senile, il diabete, il glaucoma, la cataratta inoperabile e i traumi.



Le patologie:

  • Cataratta: in presenza di una cataratta, guardando da lontano, l'alterata trasparenza del cristallino porta ad una immagine opaca, invece nella visione da vicino i caratteri stampati appaiono offuscati e privi di contrasto.
  • Glaucoma: nei pazienti affetti dal glaucoma, se trattato con tempestività, la pressione esercitata sul nervo ottico porta ad una perdita della visione periferica. Nella maggior parte dei casi la visione da vicino rimane buona.

I pazienti che presentano una Degenerazione Maculare e Glaucoma dovrebbero verificare periodicamente il loro campo visivo con il test di Amsler.